residenze universitarie

Residenze universitarie: linee guida tutela Covid-19

Approvate lo scorso 6 agosto le linee guida per la tutela della salute nelle residenze universitarie per la gestione dell’Emergenza Covid-19. Vediamo di cosa si tratta.

Linee guida per la tutela della salute nelle residenze universitarie

Dopo l’estate il tema della ripresa dello studio universitario porterà con sé quello della ripartenza del mercato immobiliare dedicato agli studenti fuori sede. Per gestire il possibile scenario dei prossimi mesi la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha approvato le linee guida per la tutela della salute nelle residenze universitarie.

L’impatto nei mesi di lockdown per chi gestisce residenze universitarie è stato quello di vedere un 70% dell’utenza rientrare nei propri luoghi di origine. Il 30% invece ha continuato ad alloggiare nelle varie strutture.

Tuttavia secondo una survey condotta chiedendo se, in caso di nuovo lockdown, sarebbe stata confermata tale scelta. Il 50% dei rispondenti ha risposto negativamente in merito. Affermando cioè che sarebbe restato nelle residenze universitarie.

Questo aspetto è interessante anche per il futuro. Da un lato, tra le motivazioni di conferma della scelta, emerge un senso di responsabilità nei confronti della famiglia. Nonché dell’aiuto da fornire ai genitori durante un eventuale nuovo lockdown. D’altro canto gli studenti iscritti nei vari atenei desiderano comunque vivere in tali strutture.

In altre parole, da parte degli studenti c’è il desiderio di tornare alla vita universitaria nella sua pienezza. Fatta cioè non solo della lezione ma anche del contesto di esperienza che vi si muove attorno. La quale caratterizza fortemente la vita da studente. Il che è emerso forte proprio quando non se ne è potuto godere a causa del lockdown.

Come i gestori di residenze possono venire incontro a questa esigenza?

Essere in grado di offrire servizi di un certo livello nelle residenze universitarie assume dunque una importanza molto rilevante. Ciò per fare in modo che si possa tornare alla normalità ma in sicurezza.

Le linee di sviluppo futuro sono quindi tendenze già presenti ma che con l’emergenza si sono potenziate. Preferenza per le camere con posto letto singolo.

Ciò a prescindere dalla presenza di una eventuale borsa di studio o meno. Servizi di sanificazione, facilitazioni per mobilità sostenibile (fornitura di monopattini ecc.). Nonché disposizioni per eventuali visite da parte del nucleo familiare. Ancora, servizi di consegna posta e pacchi.

Quest’ultimo aspetto è stato importante durante il lockdown, quando sono esplosi gli acquisti on line. Il fattore su cui si punta per le residenze universitarie è la dimensione di community. Cioè di esperienza comunitaria dell’università, che caratterizzerà sempre più queste strutture.

Cliccando sul pulsante di seguito puoi scaricare le linee guida: