comunicazione del rischio

La comunicazione del rischio incendio efficace

Continuiamo a parlare di rischio incendio. Andiamo a vedere la corretta comunicazione del rischio. A valle della esecuzione di una attività di analisi del rischio è fondamentale che le risultanze di questa. Unitamente alle valutazioni effettuate rispetto al criterio di accettabilità fissato. Siano presentate mediante opportuni strumenti di comunicazione ed illustrazione a tutte le parti interessate.

Così che ciascuna di esse sia in grado di comprendere il livello di rischio stimato. Nel caso, secondo le proprie attribuzioni. Prendere decisioni in merito alla gestione del rischio nel tempo in modo consapevole.

Gli elementi essenziali

Nella tabella di seguito riportiamo, a titolo di esempio, alcuni aspetti di cui tener conto nell’ambito delle attività di comunicazione del rischio.

Quale è l’impatto di un incendio o di una esplosione all’interno e all’esterno del sito? Profili grafici di presentazione del rischio di incendio e di esplosione. Dei rischi per la salute. Comparazione grafica del livello di rischio. Stimato con livello di rischio accettabile.
Quali benefici sono attesi dalla messa in atto delle precauzioni impiantistiche e procedurali volte alla prevenzione e/o alla mitigazione? Indicazione della variazione del livello di rischio. A fronte della presenza di ciascuna strategia alternativa. Es. sistemi di mitigazione di tipologia differente. Comparazione anche per via grafica.
Qual’è il costo associato alla messa in atto di tali precauzioni? Stima dei costi iniziali e di mantenimento associati a ciascuna strategia alternativa. Comparazione anche per via grafica.
Quali implicazioni si riscontrano con riferimento alle norme ed alle leggi applicabili e/o agli standard ed alle linee guida di riferimento applicabili? Indicazione della congruenza con i requisiti di legge o i requisiti volontari sottoscritti.
Le modifiche proposte costituiscono una eccezione alle politiche o agli standard aziendali di riferimento? Tali modifiche avranno impatto su impianti, installazioni, processi o aziende similari facenti parte del medesimo gruppo industriale? Indicazione dei possibili conflitti con le politiche o le procedure aziendali in essere. Indicazione dei costi associati al miglioramento delle installazioni similari.

Vedere in modo grafico il profilo di rischio risulta essere uno strumento estremamente potente per la comunicazione verso tutte le parti interessate.

La corretta comunicazione del rischio

I profili di rischio consentono l’immediata comprensione di una estesa serie di informazioni tra cui:

  • Il livello di rischio esistente. Declinato in livello di rischio per i lavoratori. Le persone. La proprietà o la continuità del business.
  • Il grado di riduzione del rischio a fronte della adozione di strategie di prevenzione e mitigazione alternative.
  • La accettabilità del livello di rischio esistente. O raggiungibile. Rispetto a quanto definito dalle norme di riferimento e/o rispetto al criterio di accettabilità del rischio stabilito attraverso l’attuazione delle politiche della azienda stessa.
  • Le aree aziendali. Da intendersi sia come luoghi o impianti o installazioni fisici. Specifici sia come aspetti operativi o processi aziendali. Ad esempio formazione, informazione e addestramento.

Risulta fondamentale, nell’ambito della comunicazione del rischio, evidenziare nel modo più efficace possibile. Non solo il livello di rischio e l’accettabilità dello stesso rispetto ai criteri definiti. Ma anche il grado di riduzione del rischio associato sia a strategie alternative valutate nell’ambito della analisi. Sia ad un piano di miglioramento connesso con l’attuazione di un sistema di gestione della sicurezza.

L’impiego di metodologie quantitative. O semi quantitative. Per lo sviluppo dell’analisi di rischio è sempre preferibile. Ciò in quanto la comunicazione delle risultanze a tutte le parti interessate risulta di gran lunga maggiormente efficace.

Ciò ovviamente non vuol dire sostituire completamente nei processi decisionali il giudizio esperto. O, ancora. Non effettuare un riesame critico delle risultanze delle analisi condotte.

Poiché la valutazione di per se non può essere considerata un indice assoluto di bontà del processo di valutazione posto in atto. Essendo questo dipendente da una serie di fattori. In primis la qualità degli elementi in ingresso alla metodologia.

Conclusioni

Abbiamo dunque visto gli elementi utili alla comunicazione del rischio incendio. Ti suggeriamo di visitare la nostra area riservata. Qui potrai trovare ulteriore materiale. Non dimenticare inoltre id registrarti alla nostra newsletter sicurezza lavoro per essere sempre aggiornato.