pulizia

Pulizia e disinfezione nelle scuole, come procedere?

In corrispondenza con l’inizio dell’anno scolastico vediamo quali sono le indicazioni in merito alla pulizia delle scuole. Le indicazioni arrivano dall’Inail. Vediamo insieme di cosa si tratta.

La pulizia delle scuole

Nelle attività che riguardano la gestione e manutenzione delle scuole. Ancor più durante questa fase di pandemia da Covid-19. Sono comprese anche le attività di pulizia e disinfezione. Quali interventi primari di prevenzione della diffusione di malattie e di infezioni.

A fornire indicazioni circa tali interventi è l’Inail con un recente documento. Questo nasce per supportare i dirigenti scolastici.

Differenze tra pulizia, disinfezione ecc

Anzitutto il documento ricorda le differenze tra i vari temini riferiti alla pulizia secondo quanto previsto nel DM 7 luglio 1997, n. 274.

Si sottolinea poi che le diverse azioni messe in campo in un ambiente scolastico hanno un obiettivo preciso. Tendono a concorrere ad una salubrità degli ambienti che portano ad una migliore qualità della vita degli studenti. Nonché dei lavoratori e dei frequentatori diminuendo la probabilità di diffusioni di microrganismi portatori di infezioni.

Si segnala che la pulizia delle superfici e degli ambienti è l’azione preliminare da effettuare e necessaria per una eventuale successiva disinfezione. La disinfezione non risulta efficace se attuata su superfici non pulite in precedenza.

Inoltre le operazioni di pulizia possono essere inquadrate come:

  • ordinarie: comprendono attività di pulizia di carattere continuato e programmato, solitamente con frequenza giornaliera;
  • periodiche: comprendo attività di pulizia più profonda a periodicità più lunga da svolgersi con frequenze prestabilite;
  • straordinarie: comprendono interventi non prevedibili richiesti per esigenze occasionali o emergenziali. Dopo un’adeguata valutazione dei rischi, la programmazione deve essere rivista, anche in base alla destinazione d’uso dell’ambiente stesso e dei flussi di persone”.

Tali operazioni devono essere condotte possibilmente negli orari. Nonché nei periodi e nei luoghi in cui non sono presenti persone in modo da non creare interferenze o rischi rispetto alla normale attività scolastica.

I compiti e le responsabilità

Per far sì che le varie attività di pulizia possano essere effettuate in modo corretto ed efficace. Nonché secondo una programmazione ben predefinita. Può essere necessario definire prima di tutto compiti, responsabilità e istruzioni operative.

Ciò è necessario al fine di fornire indicazioni sugli interventi mirati a prevenire infezioni. Nonché contagi o contatti con sostanze allergizzanti da parte del personale. Ovvero dei docenti, degli studenti e delle persone presenti.

Riguardo ai compiti e alle responsabilità si danno varie indicazioni. Ogni attività deve corrispondere a un responsabile. Cioè il soggetto che in virtù di disposizioni legislative o in quanto incaricato dal Datore di lavoro. Ha il compito di coordinare l’attività e verificare che sia eseguita in conformità ai testi di riferimento.

Il responsabile dell’attività si avvale poi della consulenza del collaboratore.

Questo può ad esempio essere il Servizio di Prevenzione e Protezione, eccetera. Ciò al fine di delineare necessità, tempistiche. Nonché vincoli e limiti. O ancora gli obiettivi dell’attività svolta.

Si segnala poi inoltre che esistono delle figure che devono essere informate delle attività, non solo di pulizia, previste. Ciò in quanto queste ultime potrebbero influenzare o essere influenzate dall’attività del soggetto informato.

Riguardo ai compiti si sottolinea, infine, che, come in tutte le procedure. Anche in quelle di sicurezza, il pieno sviluppo si verifica nel momento in cui ogni lavoratore si sente coinvolto nella tematica. Ciò anche attraverso semplici gesti quotidiani che incidono sullo sviluppo del processo di pulizia.

Concludiamo segnalando che il documento Inail, che vi invitiamo a scaricare cliccando sul pulsante di seguito, fornisce molte altre informazioni su questi processi.