uffici

Uffici e distanziamento, qual è il corretto layout?

Qual è il corretto layout da tenere negli uffici per contrastare in modo efficace il Covid-19? Non è facile rispondere a questa domanda dovendo tener conto delle scrivanie, dei mobili ecc.

Fortunatamente ci aiuta un documento. Si tratta della linea guida per la disposizione dei mobili per ufficio nel periodo post Covid-19. Vediamo di cosa si tratta.

È evidente che non sia semplice per le aziende adattarsi alle misure di distanziamento richieste dalle normative e dai protocolli condivisi per la gestione dell’emergenza Covid-19.

Per quanto riguarda il mondo degli uffici un supporto per le aziende può essere fornito da un documento. Si tratta delle “Linee guida per la disposizione dei mobili per ufficio nel periodo post Covid-19”.

Il documento riporta le misure da mettere in atto. Dopo aver valutato l’impossibilità di ricorrere a strumenti alternativi di distanziamento sociale come il lavoro agile.

Una delle misure più utilizzate in materia di contenimento del virus SARS-CoV-2 e gestione dell’emergenza Covid-19 è il cosiddetto distanziamento sociale e interpersonale. Questo consiste in una serie di azioni che hanno l’obiettivo di diminuire la probabilità di contatto di persone portatrici di un’infezione con individui non infetti.

Qual è il layout migliore negli uffici?

La necessità nei luoghi di lavoro, in conformità a quanto richiesto da protocolli condivisi e dalle disposizioni normative. Ha portato molte aziende a interrogarsi su come si possano riorganizzare gli arredi adattandoli alle nuove esigenze.

Il documento in questione integra le prescrizioni della norma UNI 11534:2014. Questa tratta la disposizione dei mobili per ufficio. In aggiunta ci sono considerazioni e suggerimenti che tengono in conto. Oltre agli aspetti di carattere ergonomico già oggetto della norma. Anche delle esigenze di distanziamento sociale imposte dalla diffusione della pandemia Covid-19.

In particolare il documento propone degli esempi di come gli arredi che compongono le postazioni di lavoro. Nonché alcuni ambienti accessori di un ufficio. Possano essere distribuiti in pianta e organizzati in modo da favorire il mantenimento della distanza di almeno un metro tra le persone.

Misura questa indicata dalle disposizioni legislative in vigore come la minima idonea a limitare la circolazione del virus.

Queste linee guida considerano tuttavia solo le conseguenze del distanziamento sociale sul layout degli arredi e non costituiscono una guida completa alla progettazione di uffici conformi alle direttive e ai protocolli anti Covid emessi dalle autorità competenti.

Non trattano ad esempio gli aspetti, pur fondamentali, legati alla ventilazione dei locali. Né entrano nel merito della capacità dei diversi materiali di non trattenere il virus o della loro idoneità ad essere disinfettati.

Clicca sul pulsante di seguito per scaricare il documento completo: